Dai caregiver emerge forte la richiesta di “momenti su di loro”. L’esperienza nei gruppi, sia di formazione in aula che di auto mutuo aiuto, dice che la motivazione di ingresso è l’incapacità di comprendere e gestire la propria situazione (sono solo io che sbaglio?). Focus su di sè e confronto con gli altri su: come cambio io come caregiver, come garantisco empowerment alla persona assistita, come utilizzo le risorse mie e del territorio?

Questa possibile fase potrebbe essere attivata tra le persone che hanno preso parte al percorso di formazione o per invito da parte di conoscenti che hanno già fatto i percorsi con l’accompagnamento di un facilitatore.